Un cane ben educato ci fa sentire liberi di portarlo sempre con noi, ci aiuta a migliorare la relazione e a comunicare efficacemente. Di seguito, ecco 10 semplici regole per affrontare con lo spirito giusto il percorso educativo con il vostro compagno a 4 zampe.

  1. SCOPRI COSA PIACE AL TUO CANE. Identifica ciò che il tuo cane desidera e utilizzalo come premio quando esprime i comportamenti richiesti. Serviti ad esempio di carezze, di giochi e di una ricompensa appetitosa come le crocchette Miocane®Adult, che grazie all’innovativa formula My Nat-Pro® aiutano a rinforzare le difese naturali contro i radicali liberi.

 

  1. USA IL LINGUAGGIO DEL CORPO. Il cane legge efficacemente il nostro linguaggio non verbale, quindi utilizzalo in maniera precisa. Fai sempre attenzione a cosa indichi con le braccia e le mani e alla posizione del tuo corpo.

 

  1. MODERA IL LINGUAGGIO VERBALE. Utilizza la voce senza abusarne, non parlare in continuazione, evita gli urli e soprattutto domandati se il tuo cane sappia riconoscere cosa gli chiedi!

 

  1. MANTIENI SEMPRE LA CALMA. Controlla le emozioni, anche quando il cane si comporta in maniera non desiderata. Se decidi di rimproverarlo, non ti innervosire, correggi il comportamento inappropriato, senza portare rancore!

 

  1. AGISCI AL TEMPO GIUSTO. Il tempismo è fondamentale: se il tuo cane fa qualcosa che non dovrebbe, riprendilo solo se lo vedi e puoi intervenire entro 2-3 secondi!

 

  1. VARIA LE ATTIVITA’. Proponi un training variegato e stimolalo a trovare la soluzione ad un problema, offrendogli anche il tuo aiuto se serve, così che aumenti la sua predisposizione a collaborare con te.

 

  1. COMUNICA CON CHIAREZZA. Fai attenzione che il linguaggio del corpo e la tua voce siano coerenti: se chiedi al tuo cane di seguirti, muoviti affinché lui si muova; se resti fermo infatti, pur chiamandolo, il tuo corpo comunica immobilità!

 

  1. INCREMENTA GRADUALMENTE LE DIFFICOLTA’. Le capacità cognitive del tuo cane, soprattutto se giovane, si accrescono se stimolate da esercizi la cui difficoltà di esecuzione varia in maniera progressiva e costante.

 

  1. SPERIMENTA NUOVI AMBIENTI. Svolgi il training in posti nuovi, in modo che il tuo cane riesca a generalizzare le capacità acquisite: lavora sia in ambienti con poche distrazioni (casa) sia dove queste possano essere molteplici (parco).

 

  1. TERMINA GLI ESERCIZI CON SUCCESSO. Scegli il momento giusto per terminare una sessione di training, ovvero quando il tuo cane è ancora motivato a lavorare con te!
Tommaso Stegagno

Tommaso Stegagno

Dog Trainer, Educatore Cinofilo, Biologo

Laurea in Biologia presso l’Università degli studi di Roma “Sapienza”, con specializzazione in cognizione e comportamento animale presso l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione, CNR di Roma. Certificato come Professional Dog Trainer presso la National K-9 School di Columbus (OH) negli Stati Uniti D’America e membro della National K-9 Dog Trainer Association (NK9DTA) – USA.

Da diversi anni collabora con l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) come Educatore Cinofilo, occupandosi della preparazione dei cani e dei loro coadiutori nell’ambito degli Interventi Assistiti con Animali (Pet Therapy) e in progetti di ricerca scientifica sulla relazione uomo-cane. Svolge la sua attività di Educatore Cinofilo nell’area di Roma e non solo, organizzando seminari e giornate esperienziali dedicate alla cinofilia su tutto il territorio nazionale. E' inoltre docente presso l’ISS nei corsi di formazione dedicati agli Interventi Assistiti con gli Animali riconosciuti a livello nazionale.